Garofalo Ernestina - La valigia

Data: 2013-06-06 00:01:33 - Categoria: I Migliori Poeti Italiani 

Garofalo Ernestina
La valigia

Il tempo è… senza tempo,
a volte allungato a dismisura,
altre veloce come un lampo,
che fulmina, brucia, dissolve,
che ti travolge senza pietà alcuna,
in tragico vortice mortale.
Tu resistere vuoi
solo con la forza del tuo cuore,
della tua mente vigile ed attenta,
se pur dalla ricerca sfinita
di giuste mete invocate, inseguite,
del senso unico e vero della Vita.
Spietata vaghezza di sogni
smarriti negli anni,
in mondo di ombre e di luci,
squarci preziosi nel buio
di un’Anima triste, rassegnata,
che la giusta strada ha smarrito.
Ora la nebbia avvolge il cuore,
a fatica cammini in un mondo irreale,
non sai più chi sei, cosa vuoi,
voci e parole non comprendi,
guardi smarrita bocche per te mute,
più non senti lievi, dolci carezze.
Forse il tempo è giunto per partire,
per il lungo misterioso viaggio,
che ti conduce a mete sconosciute,
di mistero avvolte, di angoscia, di paura,
se pur mitigate dalla Fede,
dalla speranza di un mondo migliore.
Prepara allora l’ultima valigia
per un viaggio senza più ritorno,
riempila di perle, d’oro e di smeraldi,
di turchesi e diamanti risplendenti,
dei doni più ricchi e più vari
da consegnare a Chi Lassù ti attende:
il sorriso di un bimbo che la manina porge,
per dirti grazie perché, per strada, ti sei fermata,
per una carezza, per parole buone,
il grazie appena mormorato, in lingue sconosciute,
gli occhi colmi di Amore dei tuoi tanti alunni,
l’affetto grande dei tuoi tanti Amici;
il Bene che hai donato con sorriso,
condivisione di gioia e di dolore,
l’Amore immenso per i tuoi cari,
per i figli, parte vera di te, della tua vita,
per il Padre, compagno nel lungo cammino,
per i nipoti, doni stupendi a te riservati;
Rispetto, Amore, Riconoscenza
per chi più non ha vita terrena,
per una Madre ed un Padre adorati,
per il nostro Angelo, per la sua Vita stroncata,
per i tanti Amici già perduti,
per Chi su di noi da sempre veglia;